PRIMAVERA VIEN CANTANDO 2019

Lo scorso sabato 18 di Maggio, la primavera era ancora ben lontana dal mostrarsi dalle nostre parti; è invece arrivato l’annuale appuntamento con “Primavera Vien Cantando”, la rassegna corale organizzata dal Gruppo Cantori del Fuso di Lupazzano.

Pieve di Santa’Ambrogio, Bazzano (PR)

La sede della rassegna, incentrata sul canto popolare, è itinerante ed ha anche lo scopo di far scoprire le chiese e pievi dell’appennino Parmense, specialmente quelle intorno alle colline di Neviano degli Arduini; quest’anno la sede era la bellissima pieve millenaria di Bazzano, fresca di restauro.

Ospite della serata è stato il coro Cai Mariotti di Parma, che non ha bisogno di presentazioni con i suoi ormai quasi cinquant’anni di storia.

La sera fredda, umida e nebbiosa non ha impedito a un folto pubblico di partecipare con calore e partecipazione all’evento; il ricavato delle offerte sarà destinato al completamento delle ultime opere di sistemazione della pieve stessa.

il coro Cai Mariotti di Parma

Ha aperto la serata il coro di casa con brani del repertorio popolare e alpino, per poi lasciare il sagrato agli amici Mariottini; tra una esibizione e l’altra c’è stato spazio per il momento forse più toccante  della serata: l’amministrazione comunale di Neviano, rappresentata dal vicesindaco Raffaella Devincenzi, assieme a don Giandomenico Ferraglia, il parroco della nuova Parrocchia di Neviano, hanno voluto consegnare un pensiero a due ultranovantenni di Bazzano, Zita Zanni e Giuseppe Ricci: entrambi di 97 anni, sono apparsi un po’ disorientati, e allo stesso tempo emozionati, da tutta questa attenzione.

Diverse conoscenze personali legano i due cori, oltre ad alcune presenze Nevianesi all’interno del Cai Mariotti, ed è stato per entrambi un po’ come cantare in famiglia; al termine delle due esibizioni corali, ci si è spostati all’interno dell’ex bocciodromo dove i rappresentanti della Proloco di Bazzano avevano apparecchiato due lunghe tavolate, dando prova per l’ennesima volta della loro proverbiale ospitalità.

Sul Ponte di Perati, arm. Coro monte Cauriol

La serata si è conclusa a notte inoltrata quando anche gli ultimi irriducibili Cantori si sono cantati la buonanotte.

Visita la Galleria Fotografica