L’ATMOSFERA DEL NATALE PRENDE VITA A TREFIUMI

Trefiumi è una frazione di Monchio delle Corti, abitata da un centinaio di anime; da diversi anni è attivo un comitato, i “Terfumna”, che promuove iniziative ed eventi volti a rivitalizzare il territorio che, come tanti altri dell’appennino, sarebbe viceversa destinato a impoverirsi.

Da un gemellaggio con la frazione di Bazzano è nata l’idea di creare degli appuntamenti intorno al tema del Natale; sono stati allestiti dei presepi artigianali all’interno di portici e aie, a orari prestabiliti alcuni volenterosi abitanti di Trefiumi in costume, danno vita ad una rappresentazione del presepe vivente; a questo si aggiungono piccoli mercatini locali e rappresentazioni musicali; non possono mancare i punti di ristoro dove è sono disponibili anche i cappelletti da passeggio.

Per i Cantori del Fuso, invitati dal comitato Terfumna, è stato un onore e un piacere poter contribuire al programma degli eventi con un concerto nella chiesa di San Lorenzo; il concerto si è incentrato in prevalenza sui canti di tradizione natalizia, intervallati da qualche canto alpino; l’intervallo ha dato spazio a una interessante esibizione di zampogne del maestro …

Prima del concerto i Cantori hanno fatto qualche canto nella piazza del paese in mezzo alla gente che passeggiava o si ristorava, scaldando l’atmosfera e dandole un tono ancor più natalizio; sono poi stati rivolti gli auguri a tutte le persone presenti e dato appuntamento all’interno della chiesa per il concerto vero; vuoi per la curiosità, vuoi per il freddo, la chiesa si è ben presto riempita, e qualcuno è dovuto rimanere in piedi.

Come da buona tradizione, la giornata è terminata con i piedi sotto la tavola; al Circolo San Lorenzo era stato allestito un abbondante rinfresco, ed è stata l’occasione per continuare a cantare.

Dopo il rinfresco, c’è stato il tempo di passeggiare tra le case del paese e vivere l’atmosfera dei presepi illuminati nel buio della sera; ed è stata nuovamente l’occasione per intonare un canto natalizio sotto una volta o di fronte alla capanna.

L’unico modo perché i Cantori del Fuso non cantino, è tenerli separati!

L’augurio è che anche l’anno prossimo ci sia la possibilità di ripetere la stessa iniziativa.

Bambino Divino,
arm. Fedele Fantuzzi

Visita la Galleria Fotografica