CIAO LUIGI

Buongiorno Cantori è con il cuore in mano che purtroppo mi trovo ad annunciarvi che Luigi non è riuscito a vincere la sua battaglia.. Ciao Picchi ora il paradiso saprà sicuramente come organizzare i suoi pasti.. ma a noi mancherai tantissimo

In questo modo Alessandro ci ha informato di quello che non avremmo mai voluto sentire: il nostro Luigi Picchi, nella battaglia contro il virus, questa entità crudele che colpisce a tradimento, è stato sconfitto dopo più di 3 settimane di lotta tra la vita e la morte, e ci ha lasciato nello sbigottimento e nel dolore. Era destino così, o forse c’era bisogno di lui da qualche altra parte. Ci mancherà.

E’ un grande vuoto tra le nostre fila; Luigi, pur nella sua umiltà, era una figura importante ed esemplare, per il Gruppo e per ciascuno di noi! Era tra i fondatori del coro, e il suo ruolino di marcia con noi era impeccabile: fedele, generoso, instancabile, appassionato, sempre presente, con un sorriso rassicurante, che metteva subito a proprio agio vecchi amici e nuovi arrivi. Ci mancherà.

Cercando qualche foto tra quelle del coro, ci si accorge di una cosa: lui c’è sempre, in qualunque evento, occasione, sempre presente, e se si trattava di alpini, era lui che portava la bandiera. Credeva in quello che faceva e trasmetteva con orgoglio i valori di altruismo e senso civico, di cui oggi si sente il bisogno. Ci mancherà.

Sapeva bene quali sono le cose che contano, anche grazie all’esperienza maturata “dove c’era da fare del bene”, nel mondo del volontariato e in particolare degli Alpini, l’altra realtà di cui era punto di riferimento per l’intero territorio nevianese! Con quel suo modo sempre discreto, silenzioso di fare le cose, come a non voler disturbare, era una persona di cui si accorgeva poco quando c’era, eppure c’era sempre, ma del cui lavoro ti accorgi dal momento che non c’è più. Ci mancherà.

Per noi Cantori del Fuso, Luigi Picchi rappresenta l’esempio da seguire, come Cantore, come Alpino (anche per coloro che alpini non sono) e come Uomo, un uomo buono! Era l’alfiere del Gruppo e il coordinatore impeccabile dei nostri importanti “momenti dopo-prove”! Questa pausa forzata – causa della sua scomparsa – prima o poi finirà e torneremo a cantare, ma ci mancherà qualcosa, quel qualcosa da lui sempre trasmesso.

In questi giorni di forzato isolamento, non potremo dedicargli un canto insieme e questo rende più gravoso il distacco! Lo faremo appena possibile, magari nella chiesa del suo paesino; quel giorno, se la commozione ce lo consentirà, gli canteremo le parole giuste per chi, come dicono gli Alpini, “è andato avanti”: “ … su nel Paradiso lascialo andare per le Tue montagne”!

Ma siamo convinti che Luigi canterà per sempre assieme a noi da lassù, e noi, orgogliosi di averlo avuto e feriti per la sua mancanza, gli riserveremo per sempre il suo posto da tenore secondo! Ma forse ci sarà un coro anche laddove si trova ora, e allora questo coro avrà un bravo cantore in più, ma – soprattutto – imparerà come si trascorre l’oretta dopo-prove: penserà a tutto Luigi!

È un giorno tristissimo, piangendo ho il cuore spezzato che brutta notizia

Quello che non avremmo mai voluto sentire……ragazzi….

Un CANTORE..un ALPINO…un grande amico. Che profonda Tristezza.

ci hanno tolto un caro amico, un uomo buono! R.I.P.

Difficile farsene una ragione! Per noi Cantori, anche quando usciremo da questo periodo, nulla sarà più come prima!

La notizia più brutta che non volevamo sentire ci lascia un grande amico ed una persona buona e generosa.. Riposa in pace Luigi

Che dolore ragazzi!! Un pezzo di noi!!

..ieri sera ho chiamato il fratello e per l’ennesima volta mi ha riferito di peggioramento di una situazione già critica…

non ho avuto il coraggio di scriverlo qui..

Ci rimane solo l’orgoglio di averlo avuto tra i nostri più fedeli, immancabili, instancabili coristi, oltre che tra i fondatori!

Basta guardare nei filmati – per fortuna ci rimangono quelli – con che partecipazione cantava!!  Oltre tutto non possiamo nemmeno dedicargli un canto insieme! Ciao Luigi, canterai con noi da lassù!!..e noi canteremo per te!!

Dolore immenso.Una GRANDE persona immerso nel volontariato del nostro comune. Riposa in Pace Picchi e canta con noi da lassù

non ho parole per descrivere quello che è accaduto, è triste pensare di non   avere più con noi una persona così generosa, disponibile per ogni problema. Dobbiamo dedicargli un canto il prima possibile

Questo virus maledetto ci ha privato di un grande, generoso e prezioso amico. Quando sarà passato questo terribile momento, in accordo con i famigliari, organizzeremo una cerimonia in chiesa a Ceretolo in suo onore e ricordo. Ciao Luigi mio grandissimo e sincero AMICO.

Luigi l’ho conosciuto nel Coro e mi aveva subito colpito la passione che metteva nel canto. Poi ho scoperto le sue attività di volontariato, nella Val d’Enza, negli Alpini,… Era una colonna della nostra società. … me lo ricordo, in gita, che percorreva la corriera col cestino delle caramelle… Luigi era uno di noi… su nel Paradiso lascialo andare per le Tue montagne

Non riesco a fermare le lacrime come se avessi perduto uno stretto familiare! Chissà perché…… ciao Luigi r.i.p.

Io voglio ricordarlo così allegro… dopo una vita al centro della festa ci ha lasciati in silenzio da solo come avrebbe detto lui: non volevo disturbare.. mi lasci tutti i ricordi da bambino con te e mio padre in giro per campi e boschi.. mi hai insegnato il divertimento del canto e dello stare insieme, ogni volta che canterò sarà come se fossi qui non ti dimenticherò mai Picchi grazie di tutto.. dimenticavo, mi raccomando quando arrivi in paradiso taglia subito 2 fette che c’è un sacco di amici e di persone che ti aspettano, fagli vedere come si fa a stare insieme e divertirsi.. Ciao ancora Luigi mi mancherai tantissimo..

3 thoughts on “CIAO LUIGI

  1. Ciao Grande Picchi ti ho conosciuto nel coro ti ho potuto frequentare ed apprezzare, una buona parola per tutti, sempre pronto ad aiutare chi ne avesse bisogno .
    Credo che lascerai un grande vuoto nella comunità , ma ti ricorderó ogni volta che vedró una penna degli alpini .
    Riposa in Pace

  2. Un giorno forse ci sveglieremo e tutto ciò ci apparirà come un brutto ricordo… Ora però a noi tocca il doloroso compito di ricordare chi se ne è andato, ed è nostro dovere farlo anche se, con la voce rotta dal pianto…
    E cantare e poi cantare perche a lui e a tutti coloro che non ce l hanno fatta, possa giungere il nostro canto,
    forte come il segno di una indimenticabile amicizia, che il tempo non sarà capace di scalfire… Vi siamo vicini. Ciao amici. Roberto coro storie dai monti

    1. Grazie Roby!
      Le tue parole dimostrano che tutta la “Gente dei Cori” parla la stessa lingua e vive degli stessi sentimenti. Grazie a nome di tutto il nostro gruppo!

Comments are closed.